Comunicato stampa Assosoftware

Comunicato stampa Assosoftware del 14/01/2019

Date effettuazione/emissione

  • la data di emissione della fattura (data che compare sul documento) coincide con la data di effettuazione dell’operazione (in riferimento alle fatture immediate)
  • la fattura deve essere trasmessa entro il termine di liquidazione del periodo di emissione (16 del mese successivo per i mensili e 16 del secondo mese successivo per i trimestrali
  • l’annotazione della fattura sul registro Iva può essere effettuata in una qualsiasi data compresa tra la data di emissione e il giorno 15 del mese successivo, con riferimento al mese di effettuazione dell’operazione

Reverse charge interno
In riferimento ai casi del Reverse Charge interno, a seguito della comunicazione dell’Agenzia delle Entrate via FAQ del 7/12/2018, rimangono ancora dubbi su come assolvere correttamente all’integrazione IVA e all’invio dell’eventuale documento integrativo. In attesa di chiarimenti AssoSoftware ritiene che possa essere considerato corretto comportarsi come prima dell’avvento della fattura elettronica e cioè procedere alla semplice registrazione contabile del documento integrato, dando così evidenza dell’integrazione nelle scritture contabili (registri IVA e libro giornale) e portando in conservazione il solo documento di acquisto originario, non integrato.

Fatture da trasmettere al Sistema TS
In seguito all’intervento del Garante della Privacy con Provvedimento del 20/12/2018, e alla conseguente modi􀃚ca dell’art.10 bis del D.L. 119/2018 da parte della legge di Bilancio 2019, le procedure delle aziende associate si comporteranno come segue:

  1. tutte le fatture trasmesse al sistema TS (comprese quelle con tipologia spesa AA) verranno escluse dalla fatturazione elettronica
    tutte le fatture NON trasmesse al sistema TS a seguito dell’opposizione espressa dal paziente verranno escluse dalla fatturazione elettronica.
  2. Si suggerisce inoltre a tutti gli operatori che, per prassi, emettevano fatture “miste”, contenenti cioè sia righe di spese che venivano trasmesse al sistema TS, sia righe che non venivano trasmesse al sistema TS (in quanto non rilevanti, o per le quali vi era l’opposizione del paziente), di procedere, a decorrere dal 2019, con la fatturazione separata di tali spese.

Autofatture
In ultimo facciamo presente che siamo in attesa di ricevere i chiarimenti necessari in riferimento alle diverse fattispecie di autofatture, in particolare per quanto riguarda le casistiche di acquisto.
Sulla problematica abbiamo inviato una specifica documentazione all’Agenzia delle Entrate con la quale è in corso un dialogo costruttivo.


Schermo intero

Specifiche Tecniche Standard AssoSoftware di codifica della Fatturazione Elettronica rel. 01.04

Scopo del documento

Il documento definisce le specifiche tecniche della release 1.0 dello Standard Assosoftware di codifica della FE che “arricchisce” il tracciato standard XML della fattura elettronica SDI aggiungendo informazioni utili alla automatizzazione del processo di importazione sui gestionali delle fatture stesse.

Uno standard unico da AssoSoftware per la fattura elettronica

Nei processi amministrativi e gestionali, digitalizzare le informazioni e trasmetterle in un formato elaborabile apre nuove possibilità al trattamento dei dati. Tutto dipende dalla capacità di interpretare correttamente il significato di quanto è contenuto nei documenti a partire dalla fattura elettronica. Se un fornitore invia a un cliente una fattura elettronica in cui è presente un prodotto codificato secondo uno standard non dichiarato, sarà impossibile per il cliente elaborare correttamente le informazioni collegate a quel prodotto e abbinarle alla propria codifica interna. Idem per quanto riguarda i codici Iva o di consegna.

Non basta, quindi, un tracciato unico per il trasporto delle informazioni per automatizzarne l’elaborazione, servono anche delle convenzioni di codifica condivise tra tutti i soggetti che trattano le informazioni. Da queste premesse è nato il tavolo di lavoro di Assosoftware per la creazione di uno standard con codifiche condivise tra tutte le software house, da inserire all’interno del tracciato B2B della fatturazione elettronica.

L’idea di fondo è quella di definire una serie di informazioni aggiuntive, rispetto a quelle già presenti nel tracciato fattura B2B dell’agenzia delle Entrate, da inserire nel corpo della fattura quale “arricchimento” del contenuto base. Queste informazioni faranno riferimento a tabelle condivise tra tutte le software house per garantire la perfetta integrazione dei dati all’interno dei sistemi gestionali. Così potrà essere automatizzata la registrazione della fattura di acquisto ai fini gestionali, contabili e Iva. È il primo passo verso uno standard anche per gli altri documenti del ciclo dell’ordine, per rendere totalmente integrato l’interscambio di informazioni tra le aziende.

Il gruppo di lavoro che elabora e mantiene lo Standard è coordinato da AssoSoftware e si avvale della collaborazione di tutte le aziende associate. L’adozione dello Standard da parte delle software house è subordinata all’adesione ad un Protocollo di intesa che è già stato sottoscritto dai principali produttori di soluzioni gestionali che possono quindi offrirne i benefici a tutte le  imprese loro clienti.

Lo standard AssoSoftware è quindi una risorsa messa disposizione di tutti i produttori di software gestionali, siano essi associati o no, ma anche dei loro clienti e degli intermediari, per dare un ulteriore impulso al processo digitalizzazione del ciclo passivo.

Lo Standard si compone dei seguenti documenti:

  • Specifiche Tecniche (documento descrittivo che illustra le singole informazioni aggiunte e codificate, con esempi di compilazione)
  • Campi tracciato (foglio excel con l’elenco delle informazioni aggiunte e la loro codifica)
  • Codifiche (cartella excel con le alcune tabelle richiamate nelle Specifiche Tecniche)

Schermo intero

Pin It on Pinterest