La tecnologia EDI

La tecnologia Electronic Data Interchange (EDI) è nata con l’obiettivo di realizzare lo scambio diretto di documenti computer to computer tra aziende (ossia direttamente tra i rispettivi sistemi informativi computerizzati ) al fine di supportare le relazioni commerciali (acquisti, forniture, ecc.).
Questa tecnologia ha rappresentato per lungo tempo una delle applicazioni fondamentali del Commercio Elettronico businesstobusiness.
Per questa ragione i potenziali effetti dell’EDI sulle imprese e sui mercati sono stati oggetto di numerosi studi. Anche se non è facile dare una definizione univoca della tecnologia EDI, a grandi linee la sua funzione fondamentale sta, come dicevamo, nel permettere l’invio diretto computertocomputer (ossia riducendo al minimo possibile l’intervento, sia operativo che decisionale, di addetti umani) di messaggi e documenti necessari all’esecuzione di una transazione (ordini, fatture, note di consegna, ecc.). Ciò per rendere più efficienti le relative procedure. Anche se, a seconda delle condizioni e delle specifiche finalità, ogni particolare sistema EDI può avere funzioni diverse che comportano soluzioni tecniche e configurazioni organizzative in parte differenti, in linea generale i flussi informativi interessati dalla tecnologia sono quelli che riguardano i seguenti tipi di documenti:

  • documenti commercialiamministrativi e soprattutto ordini elettronici, fatture elettroniche, conferme d’ordine, ecc. L’obiettivo primario è l’automazione delle procedure di gestione del ciclo dell’ordine tra un’impresa cliente e un suo fornitore, al fine di ridurne gli errori, i costi e i tempi di processamento. Si tratta del primo tipo di applicazione EDI realizzata, e tuttora la più diffusa;
  • documenti gestionali (piani d’ordine, livello delle scorte, ecc.). Lo scambio di questi documenti in formato elettronico riguarda soprattutto le imprese che intendono coordinare più efficientemente e più strettamente le proprie attività e i propri processi, in particolare come supporto all’implementazione di sistemi produttivi ‘justintime’. L’implementazione di questo tipo di EDI richiedono generalmente soluzioni tecnicamente e organizzativamente più complesse che nel caso precedente;
  • documenti finanziari (ordini di pagamento, note di accredito/addebito, ecc.), necessari per completare l’informatizzazione del ciclo dell’ordine; le applicazioni relative sono meno diffuse e richiedono la connessione tra il sistema informativo di aziende (manifatturiere e/o commerciali) e di banche, il che implica varie difficoltà di interfacciamento e problemi specifici (ad es. protezione dagli accessi, sicurezza nella trasmissione dei dati sensibili, ecc.).
Schermo intero

Pin It on Pinterest